villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio foto

Il villaggio ieri e oggi


Negli anni trenta dell’800 Follonica conosce l’avvio di un grande sviluppo urbano. Cresce la città dentro la fabbrica e nascono i primi insediamenti residenziali fuori dal recinto dello stabilimento. Cosa rimane oggi di quel progetto urbanistico voluto da Leopoldo II in persona?
MAPPA INTERATTIVA

Muovendo il mouse sulla mappa, gli edifici di rilevanza storica (in marrone) vengono evidenziati in rosso e identificati con una didascalia. Selezionando un edificio puoi conoscerne la storia e vederne le foto d'archivio e attuali.
Case della condotta 
Il ceppo di case della condotta è un nucleo edilizio formato da tre stabili, tutti risalenti alla prima metà dell’800. La prima palazzina, innalzata tra il 1817 e il 1822, ospita al pian terreno le botteghe del fabbro e del falegname e a quello superiore alloggi per i dipendenti. Verso la fine degli anni ‘30 vengono costruiti altri due edifici simili al primo, all’interno di un recinto con portico, detto “della condotta”, perché destinato al riparo di carri e barrocci. Vi alloggiano i cavallai e i bovari, che trasportano il carbone dalle macchie circostanti e la vena di ferro dalla Marina, per conto dell’Amministrazione granducale.