villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio villaggio foto

Il villaggio ieri e oggi


Negli anni trenta dell’800 Follonica conosce l’avvio di un grande sviluppo urbano. Cresce la città dentro la fabbrica e nascono i primi insediamenti residenziali fuori dal recinto dello stabilimento. Cosa rimane oggi di quel progetto urbanistico voluto da Leopoldo II in persona?
MAPPA INTERATTIVA

Muovendo il mouse sulla mappa, gli edifici di rilevanza storica (in marrone) vengono evidenziati in rosso e identificati con una didascalia. Selezionando un edificio puoi conoscerne la storia e vederne le foto d'archivio e attuali.
Palazzo Granducale 
L’edificio sorge fra il 1817 e il 1822 per essere adibito ad arsenale per i legnami e in seguito utilizzato come dispensa dei commestibili. Nel 1845 viene però ristrutturato e sopraelevato per diventare il nuovo Palazzo Granducale.
L’edificio di tre piani da quel momento diventa l’alloggio di Leopoldo II, da solo o con la moglie, nelle sue frequenti visite a Follonica. I primi due piani sono riservati alla famiglia granducale, con salotti sale da pranzo e camere private; il terzo piano è invece dedicato alla servitù, nonché all’ufficio dell’Ispettore forestale.
Con la nascita della Cointeressata Bastogi, il Palazzo passa alle Regie Possessioni statali, che lo utilizzano come sede delle Guardie forestali a sorveglianza dei boschi demaniali destinati alla produzione di carbone.